Sabato 26 maggio a Roma il Roman Soul Fest 2018! A 40 anni dalla legge Basaglia la seconda edizione del festival "siamo matti per la musica": oltre il muro dell'apparenza, dedicato all'integrazione tra band nate nei dipartimenti di salute mentale, comunità, centri diurni e band emergenti del panorama musicale romano. L'appuntamento è al Teatro Marconi alle ore 17:30

«La Fondazione Franca e Franco Basaglia partecipa al festival»‚ ha dichiarato la Presidente Maria Grazia Giannichedda «per almeno due ragioni: la buona musica fa bene a tutti‚ sia quando si è sani‚ sia quando si è malati; e fare buona musica è un valore ulteriore‚ perché sei protagonista della tua passione‚ e avere passioni ed essere protagonisti della propria vita fa bene‚ a tutti‚ tanto più quando si vive un momento‚ una situazione difficile come il disturbo mentale. Il festival è una bella iniziativa in cui non sarà facile distinguere chi sta seguendo una cura mentale e chi no: staremo tutti insieme a godere buona musica. Ed è questo che fa bene. A tutti».

Conduce la serata Paola De Angelis.

Ore 17.30‚ proiezione videoFranco Basaglia: un’antologia visiva”a cura di Massimiliano Carboni

Ore 18.30‚ live performance:

Illusioni Ottime – Geeskoff

Letizia Drums – Musica in Cammino

Karly Ensemble

FerMenti – Pezzi di Ricambio

Danilo & Sons’s Friends Band

Rehabbey Road

Interventi

Carolina Di Domenico (speaker di Radio2)‚ Massimo Carrano (percussionista)‚ Simona Banchi (regista e coordinatrice sezione multimediale Officine Pasolini) Alessandro D’Orazi (musicista e leader gruppo ‘Ciao Rino’‚ direttore della scuolaSotto i raggi del Sol”‚ aperta insieme a Edoardo Vianello)‚ Maria Grazia Giannichedda (Presidente Fondazione Franca e Franco Basaglia)‚ Tommaso Losavio (psichiatra‚ ex Direttore Santa Maria della Pietà).