Venerdì 23 novembre alle ore 9 al Piccolo Teatro Grassi a Milano si terrà il convegno "Dalle certezze al dubbio: percorsi di deistituzionalizzazione" organizzato dalla Fondazione Casa della Carità. 

La "deistituzionalizzazione" nasce dal pensiero e dall’azione di Franco Basaglia, che per primo evidenziò la condizione non umana e non terapeutica del paziente internato in un ospedale psichiatrico e la necessità di costruire una nuova concezione della malattia mentale capace di farsi carico della persona nella sua globalità.  Dalla sua apertura la Casa della carità applica la "deistituzionalizzazione" come metodo di lavoro per affermare cittadinanze negate, costruire coesione sociale, allargare libertà.  A 40 anni dalla legge 180, la "legge Basaglia", che decretò la fine dei manicomi e alla luce del clima di chiusure che stiamo vivendo sul piano sociale e dei diritti, la Casa della carità chiama a riflettere sui processi di deistituzionalizzazione che riguardano oggi non solo la salute mentale, ma anche gli ambiti della cultura, della giustizia e della spiritualità.

Interventi di: Sergio Escobar, direttore Piccolo Teatro Milano, Don Virginio Colmegna, presidente Casa della carità "Perché siamo qui?";  Anna Maffei, pastora battista "Il mio nome è Legione perché siamo molti";  Maria Grazia Giannichedda, presidente Fondazione Franca e Franco Basaglia "Aprire l'istituzione non è aprire una porta, ma la nostra testa di fronte a "questo" malato...";  Francesco Maisto, presidente emerito del Tribunale di Sorveglianza di Bologna"I diritti dei deboli non sono diritti deboli"; Conclusioni: don Virginio Colmegna, presidente Casa della carità.  Modera: Benedetto Saraceno, direttore scientifico del SOUQ - Centro Studi sulla Sofferenza urbana.

Per informazioni e registrazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica la locandina