MORIRE DI CLASSE – La condizione manicomiale fotografata da Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin

A cura di Franca e Franco Basaglia, Editore Duemilauno Agenzia Sociale, 2008

Si tratta della riedizione del libro uscito per la prima volta nel 1969 per Giulio Einaudi Editore. Questa edizione contiene una prefazione di Maria Grazia Giannichedda,  Il corpo e l'istituzione e una nota di Claudio Ernè Ce lo chiese Basaglia.

“Alla fine di questo processo di disumanizzazione, il paziente che era stato affidato all’istituto psichiatrico perché lo curasse, non esiste più: inglobato e incorporato nelle regole che lo determinano. È un caso chiuso. Etichettato in modo irreversibile, non potrà più cancellare il segno che lo ha definito come qualcosa al di là dell’umano, senza possibilità di appello”.

torna agli Scritti