Territori senza segregazione. Trieste, dicembre 2015

Dal 16 al 19 dicembre a Trieste il meeting internazionale: “Territori senza  segregazione – la sfida della porta aperta, del discorso aperto, dell’accesso libero nella salute mentale e nei servizi attraverso pratiche di libertà”, organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale dell’AAS n. 1 Triestina, che è Centro Collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Ricerca e la Formazione. Collaborano e partecipano al meeting università e istituti di ricerca e formazione nazionali e internazionali, e tra questi la Fondazione Basaglia. Il meeting si colloca nell’ambito delle attività dell’International School Franca e Franco Basaglia, realizzata a partire dal 2011, col supporto dell’OMS, che intende insegnare, trasmettere e attualizzare il pensiero e la pratica di Franca e Franco Basaglia e dell’esperienza di Trieste, fondata sulla centralità della persona come cittadino dotato di pieni diritti, e in generale l’approccio critico alla psichiatria nel senso della lotta all’istituzionalizzazione e alla medicalizzazione, promuovendo un concetto integrato di cura basato sulla comunità che esclude l’impiego di mezzi oppressivi e repressivi. Essa pertanto intende diffondere tutte le pratiche le esperienze che a ciò si ispirano, fondate sui medesimi valori, e riconosciute come utili all’innovazione in salute mentale. Questo incontro, finanziato nell’ambito del progetto internazionale legato all’attività del CC OMS e denominato “Freedom first – Implementazione progetti di collaborazione internazionale finalizzati all’approccio basato sui diritti fondamentali (Free_No.1)”, ha lo scopo di scambiare esperienze e pratiche attraverso un processo di apprendimento reciproco tra innovatori, espandendo la rete internazionale in direzione del cambiamento e realizzando un Piano d’Azione. A questo evento, in cui porteranno il loro contributo partner e leader di portata internazionale, saranno presenti oltre 300 operatori da 21 paesi, dalla Serbia all’India, dalla Palestina agli Stati Uniti, provenienti da servizi, istituzioni, ONG e reti internazionali.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità sarà rappresentata dalla Direttrice dell’Ufficio Regionale Panamericano di Washington, DevoraKestel e saranno inoltre presenti il già Direttore della Divisione Salute Mentale e Abuso di Sostanze di Ginevra, Benedetto Saraceno, Centri Collaboratori per la Salute Mentale (Verona, Lille), Uffici nazionali dell’OMS (Giordania, Palestina, Pakistan). Oltre al valore programmatico, che si concretizza attraverso gruppi di lavoro e seminari, l’evento rappresenta un’importante occasione formativa aperta a partecipanti provenienti sia dall’Italia che dall’estero.

Vai al programma