VITA E CARRIERA DI MARIO TOMMASINI BUROCRATE PROPRIO SCOMODO NARRATE DA LUI MEDESIMO

Franca Ongaro Basaglia – Editori riuniti

Risalire al nocciolo della questione: cioè a ciò che significa amministrare. Se si adotta la logica tradizionale, è inevitabile ritrovarsi a mediare i bisogni cui si dovrebbe istituzionalmente rispondere, attraverso apparati, bilanci, burocrazia, strumenti già per definizione lontani dalla realtà concreta della gente. Ma amministrare dovrebbe significare porre la propria capacità e la propria persona al servizio della conoscenza e della comprensione dei bisogni che ti si aprono davanti, e dell’individuazione delle priorità; conoscenza e comprensione che possono realizzarsi solo in uno stretto rapporto con la città e i cittadini.

Sommario:

Nota d’autore – Prefazione – Vita e carriera di Mario Tommasini burocrate proprio scomodo narrate da lui medesimo – Capitolo I. 1965-1969 – Capitolo II. 1970-1983 – Capitolo III. 1983-1990

torna agli Scritti